La codardia dell’Europa sulla web tax

internet social facebook twitter linkedin
history 1 minuti di lettura

Alla fine le minacce di Trump hanno avuto la meglio. La web tax, già di per sé ridicola per la modestia delle aliquote, non verrà applicata almeno non quest’anno di elezioni americane. Francia, Italia e Regno Unito fanno finta di nulla chiedendo un accordo globale per tassare i giganti del web. Eludono miliardi di dollari. Senza accordo la web tax entrerà in vigore nel 2021 in Italia, in Francia a fine anno e ad aprile nel Regno Unito.
Trump ha promesso dazi sulle merci europee e durante il negoziato per un accordo vuole comunque qualche ricompensa, «se non otteniamo qualcosa, dovremo agire, e l’azione saranno tariffe molto elevate su auto e altri beni che vengono importati nel nostro Paese».
L’aspetto più oltraggioso delle mancate tassazioni è che queste aziende sono ricchissime, come i loro proprietari, e la mancata contribuzione ai sistemi fiscali aggrava le disuguaglianze perché mancano risorse per i servizi pubblici.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article