La crisi istituzionale e la mancata difesa della Costituzione

Italia Roma Quirinale
history 1 minuti di lettura

Districarsi nel ginepraio di una crisi istituzionale di dimensioni mai viste nella storia repubblicana è quasi impossibile. Veniamo da mesi di opacità; non sappiamo quali siano state le vere motivazioni del rifiuto del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al Governo del cambiamento che non possono essere semplicemente le affermazioni contro l’Euro del professor Savona; non sappiamo cosa accadrà nel breve – al di là delle dichiarazioni sulle prossime elezioni – con l’incaricato di Primo Ministro a Cottarelli.
Una cosa, però, la sappiamo: sono molti anni che la Costituzione italiana viene maltrattata, usata per maleodoranti interessi di parte, modificata malamente e lasciata indifesa. E la stragrande maggioranza dei cittadini ne ha subito conseguenze nefaste.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article