La direttiva sul copyright

internet social facebook twitter linkedin
history 1 minuti di lettura

Il Parlamento europeo con 348 sì, 274 no e 36 astenuti, e dopo un lungo iter, ha dato il via libera alla direttiva sul copyright con le nuove regole sul diritto d’autore. Non c’è stata una maggioranza oceanica a dimostrazione di quanto sia la questione; inoltre i votanti a favore o contro non sono arrivati compatti da aree politiche precise.
Gli articoli più controversi sono l’11 e il 13 (ora 17) che rispettivamente stabiliscono un compenso per gli editori da parte delle piattaforme online e il massimo impegno di queste ultime al fine di bloccare e prevenire le violazioni dei diritti d’autore. La maggiore critica arriva per il fatto che possa essere a rischio la libertà per gli utenti di Internet. La versione italiana di Wikipedia è stata oscurata per protesta contro il voto al Parlamento Europeo.
Vedremo come andranno le cose nel concreto, ma mi preme sottolineare che, per la prima volta, si pone un limite, per quanto piccolo, all’agire indiscriminato delle aziende proprietarie delle grandi piattaforme on line.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: