La Libia ancora nel caos. Italia e Francia si osteggiano?

libia bandiera
history 1 minuti di lettura

Sono sette anni che la Libia è nel caos. Nemmeno gli accordi tra le parti hanno mai fatto scendere la tensione. La settimana scorsa si era ripreso a sparare e c’erano stati trentanove morti, poi il cessate il fuoco non rispettato e poi la bomba esplosa a poche centinaia di metri dall’Ambasciata italiana. Nessun problema all’Ambasciata e nessun ferito tra il personale.
È sempre in ballo un riassetto dei poteri delle varie fazioni, del ruolo il premier del governo di Accordo Nazionale, Fayez al-Serraj e delle nazioni che vi hanno interessi. Ci sono in programma nuove elezioni a dicembre volute dalla Francia e osteggiate dall’Italia che, con le parole dell’Ambasciatrice all’ONU Mariangela Zappia, le vorrebbe più inclusive e poi «per fare le elezioni ci vuole un impianto legislativo e un contesto, cioè la sicurezza di chi vota e chi fa campagna. Queste condizioni per ora non mi pare ci siano».

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: