La Parrucca di Natalia Ginzburg

La Parrucca di Natalia Ginzburg Maria Amelia Monti e Roberto Turchetta Anna Maria Monti
history 2 minuti di lettura

Ha regalato due sole date al Teatro Gerolamo di Milano a metà dicembre Maria Amelia Monti con “La Parrucca” di Natalia Ginzburg, ma la tournée proseguirà con altre date in giro per l’Italia.

L’attrice al fianco di Roberto Turchetta si cimenta con un’autrice a lei da sempre congeniale che la conferma come una adattissima interprete ghinzburghiana.

La Parrucca e Paese di Mare sono due atti unici che sembrano uno la prosecuzione dell’altro.
Al centro della storia “Paese di Mare” una coppia problematica composta da un lui, Massimo, irrisolto, incapace di tenersi un lavoro e che in realtà vorrebbe dipingere ed una lei, Betta, che si annoia facilmente, ingenua, tendente alla depressione, cresciuta in una famiglia benestante che però ha perso tutto, non possiede altro che qualche maglioncino di cachemire e deve rivolgersi spesso alla madre per avere del denaro.
I due si ritrovano in una casa di mare fatiscente in attesa di poter incontrare un vecchio amico di lui sposato ad una tale Bianca, dal quale Massimo spera di poter ottenere un posto di lavoro, ma le cose non andranno come Massimo spera; i due non si incontreranno perché anche l’amico e la moglie Bianca paiono vivere una situazione di coppia complessa. Betta e Massimo devono ripartire proprio nel momento in cui lei si è abituata al nuovo alloggio.

La Parrucca di Natalia Ginzburg. Maria Amelia Monti e Roberto Turchetta. – Foto A Marina Alessi-

Nel secondo atto “La parrucca” ritroviamo Massimo e Betta in una pensione nella quale si sono dovuti fermare a causa di un guasto dell’auto, sono trascorsi alcuni anni, lei è a letto dolorante perché a causa di un litigio lui l’ha colpita sul viso. Massimo è diventato un artista dipinge quadri dove figura sempre un grande occhio che inquieta Betta. Lui è chiuso in bagno e non lo vedremo per tutto il secondo atto, lei telefona alla madre per chiedere del denaro e durante la telefonata le confida di essere incinta di un uomo.
“No mamma, non lo chiamerei amante, sai lui non ha tempo”.

Una pièce teatrale comica, drammatica ma anche realista dove i profili psicologici dei personaggi con i loro limiti sono trattati con indulgenza e tenerezza dalla Ginzburg.
Adelaide Cacace

Teatro Gerolamo
14-15 dicembre 2019
e poi in giro per i teatri italiani

La Parrucca
di Natalia Ginzburg
durata 90 minuti senza intervallo
con Maria Amelia Monti e Roberto Turchetta
regia Antonio Zavatteri
scene e luci Nicolas Bovey
costumi Sandra Cardini
musiche originali Massimiliano Gagliardi
foto Marina Alessi
produzione NIDODIRAGNO/CMC – SARA NOVARESE

 

 

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article