la Rappresentante di Lista. (per la) via di casa. Musica raffinata, canto talentuoso e paesaggi umani con ironia

history 2 minuti di lettura

Se dalla copertina, con quella casa tratteggiata di posate, chitarra, sveglia, passeggino, pantofole… si possono intuire alcuni dei temi delle canzoni, la talentuosa e armonica voce che le ce le fa ascoltare quella non abita  in una casa ma, come proposito dichiarato, potrebbe riecheggiare in un «immenso sferisterio».

la Rappresentante di lista foto Ramona Fernandez

Il talento è quello di Veronica Lucchesi (voce e percussioni) che insieme Dario Mangiaracina (guitalelem fisarmonica e voce) dal 2011 formano la Rappresentante di Lista in un sodalizio che passa anche per il teatro e che hanno esordito lo scorso marzo con (per la) via di casa: undici tracce da loro composte tra liriche ricercate, spesso condite da ironia e sarcasmo su note folk aggiornate rispetto ai canoni della tradizione con approccio pop, leggiadro.

Gennaio è un mese tra i  peggiori/ed è a gennaio che morirai/per te non ci saranno fiori/soltanto neve cani bui e guai”, il violoncello di Angelo Di Mino in bella mostra  nella title track con cambi di passo che, nel finale, presenta un passaggio al pianoforte, quasi cupo e denso di significato per quanto cantato fino ad  allora, è un movimento musicale di intelligenza creativa, “in via degli uomini mi sento sempre la protagonista”. Intrigante l’uso della chitarra elettrica nella lieve ballata Madonna che corre placida con inserti di chitarra elettrica e un crescendo sostenuto da un insistente tocco di percussioni e con un cantato sempre di primo piano.
L’ukulele è lo strumento solitario di D.A.Q.C.M. una ritmata filastrocca dal contenuto noir e con un testo impertinente, Prendo il posto di Cristo prima del bacio di Giuda/prima del bacio di Giuda/voglio andare via da te e che termina con una vera filastrocca intonata da bambine.
I fiati e le percussioni della Banda alle ciance segnano Non sostare (senza di te) con la sua forza danzante di derivazione balcanica e in cui ancora una volta le capacità canore della Lucchesi la connotano per la parte melodica.
Sorprende per un’altra scelta ben congeniata  Notte a Urbino  grazie al contrasto tra  la dolcezza degli accordi, scampanellii compresi e l’armonia del canto dei due protagonisti con lo humour di la puzza che  fai non è quella del camion della nettezza urbana/È peggio.
Non mancano due brani uno in tedesco e l’altro in inglese, come dire che musica e racconti non hanno confini e la band può attraversarli.
Non vi curate di noi e ascoltate!
Ciro Ardiglione

genere: folk
la Rappresentante di Lista
(per la) via di casa
etichetta: Garrincha Dischi
data di pubblicazione: marzo 2014
brani: 11
durata: 30:58

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article