La spesa militare in Italia è cresciuta del 21% in dieci anni

aereo militare guerra Vietnam
history 1 minuti di lettura

Il giornalista Enrico Piovesana e il ricercatore Francesco Vignarca promotori dell’Osservatorio Mil€x, in attesa del report definitivo, hanno anticipato alcuni dati sulla spesa militare italiana. Con buona pace  della ministra della Difesa Roberta Pinotti che parla di spese in arretramento, negli ultimi due anni sono aumentate. Negli ultimi dieci anni le spese militari dell’Italia sono salite del 21% passando a rappresentare dall’1,2% all’1’4% del Pil.
Un fermo della crescita si era avuto con il governo di Gianni Letta e nel primo anno di Renzi.
Nel 2017 i costi delle Forze armate ammonteranno a 64 milioni al giorno per un totale di oltre 23 miliardi di euro, avremo il solito investimento per gli  F35 (la cui tecnologia da molti esperti è definita obsoleta e paesi come Francia e Germania non partecipano al progetto), per una seconda portaerei, per le fregate, i carri armati, elicotteri da attacco. Gli elicotteri Mangusta (T129 Atak) sono utilizzati dalla Turchia anche contro i kurdi.

canale telegram Segui il canale TELEGRAM

-----------------------------

Newsletter Iscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article