La successione di Draghi alla Bce: Tedeschi in prima linea?

Banca centrale europea BCE
history 1 minuti di lettura

La scalata alla Bce è iniziata da tempo ma la disponibilità data da Jens Weidmann, presidente della Bundesbank, le ha dato un’accelerata. Il banchiere come successore di Mario Draghi nel 2019, secondo le indiscrezioni de l’Handelsblatt, non è la priorità della Cancelliera Merkel. Da una parte più propensa ad un ruolo più prestigioso, come quello della presidenza della Commissione Ue in sostituzione di Juncker, e dall’altra non avrebbe intenzione di esporsi all’opposizione del Sud Europa, Italia in testa, che non gradirebbe un capo della Bce da sempre in contrasto con la politica “espansiva” di Draghi. La posizione della Cancelliera è lungimirante per il suo paese perché, in un periodo di turbolenze, potrebbe incidere sul governo dei cambiamenti in Europa.
È evidente come non ci siano proposte di grande respiro su una nuova Unione che faccia fare un passo indietro alle politiche monetarie in favore di quelle sociali ed economiche.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article