Le diplomazie delle potenze al lavoro in Medio Oriente

Medio Oriente

Dopo il viaggio del presidente USA Joe Biden in Arabia Saudita e Israele con il compito di rafforzare la leadership americana nell’area in contrasto alla politica cinese e a quella russa, in Iran arriva il presidente della Federazione russa Vladimir Putin. Più esattamente il 19 luglio sarà un incontro a tre perché Putin incontrerà il presidente iraniano Ebrahim Raisi alla presenza del presidente della Turchia Recep Tayyip Erdogan. Non si tratta ovviamente di provare solamente di trovare soluzioni – per ora distanti – sulla Siria ma anche qualificare le relazioni vista la situazione internazionale della Russia dopo l’invasione dell’Ucraina. Nonostante il pericolo israelo-saudita che incombe su Teheran in questo momento tra Iran e Turchia ci sono tensioni tra loro per questioni di spionaggio in territorio turo. Russia e Iran sono anche preoccupate dell’annuncio di Erdogan per un’altra operazione militare (vogliamo chiamare anche questa speciale?) in almeno due città della Siria settentrionale per sconfiggere i curdi, considerati terroristi da Ankara, già sacrificati sull’altare dell’entrata di Finlandia e Svezia nella NATO.

canale telegram Segui il canale TELEGRAM

-----------------------------

Newsletter Iscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article