Le tasse pagate dalle multinazionali e dai cittadini

scienza internet big data
history 1 minuti di lettura

Le multinazionali, e quelle del digitale in particolare, sono sempre state affrontate, al di là dei proclami, con molta mollezza dalla politica. La loro lobby è potente anche perché oramai la stragrande maggioranza delle persone ne fa uso e forse meno disposta a fare pressioni in favore di maggiori controlli e divieti, poca conscia di quanto possa essere deleterio non affrontare il problema. Dalla privacy ai mancati apporti alla finanza pubblica.
Continuiamo però a fare fatica a pensare come una società della grandezza di Apple paghi imposte di fatto con un’aliquota fiscale al di sotto del 15%, cioè otto punti percentuali in meno dell’aliquota più bassa esistente in Italia. E questo anche grazie alle disposizioni in materia di tasse applicate dall’amministrazione Trump che ha consentito un’enorme riduzione nell’ultimo trimestre.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: