Libano: formato il Governo. Strada lunga per uscire dalla crisi profonda

Libano bandiera
history 1 minuti di lettura

Il magnate musulmano sunnita, Najib Mikati guiderà il governo del Libano. Dopo estenuanti e dure trattative tra le varie anime della politica libanese l’accordo prevede la formula dei tre 8 per ogni schieramento quello di Aoun Presidente del Repubblica, di Mikati-Joumblatt e quello sciita, non assegnando almeno all’apparenza una maggioranza all’interno dell’esecutivo. Importante il ruolo svolto dalla Francia nell’accordo che dovrebbe portare alle riforme che garantirebbero gli aiuti esteri e per uscire dalla buco nero in cui il Libano si è definitivamente infilato dopo la devastante esplosione a Beirut.
Sono molti gli osservatori che hanno dei dubbi sulle capacità operative del nuovo governo perché nella politica libanese lo stallo è all’ordine del giorno per le richieste da ogni parte. Del resto il premier designato, Najib Mikati alla sua prima uscita ha evitato di parlare nel dettaglio del suo governo e si è soffermato sulla povertà e le sofferenze dei suoi concittadini.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article