Lula non può candidarsi per le elezioni in Brasile

history 1 minuti di lettura

Inácio Lula Da Silva non potrà candidarsi alle prossime elezioni brasiliane: è questa ha deciso il Tribunal Superior Eleitoral (TSE). L’ex Presidente è in carcere per la condanna in primo grado per una tangente collegata allo scandalo Petrobras, azienda pubblica brasiliana. Questa sentenza si basa su una legge votata dallo stesso governo del Partito dei lavoratori a cui Lula appartiene, questa sentenza ha l’odore di una decisione iniqua. Primo: in passato molti candidati sono stati ammessi e poi in larga maggioranza addirittura eletti. Secondo: la stessa legge prevede la sospensione in caso di ricorsi “plausibli” e quello di Lula per molti lo è. Terzo: il Comitato per i diritti umani delle Nazioni unite aveva chiesto alle autorità brasiliane di accettare la candidatura finché “tutti i ricorsi contro la sua condanna non venissero espediti”, una richiesta che il Brasile, in quanto firmatario del Patto internazionale sui diritti civili e politici avrebbe dovuto ottemperare.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: