Macron e l’(ab)uso di potere

le bandiere della Francia e dell'Europa
history 1 minuti di lettura

Emmanuel Macron, presidente della Repubblica francese, si scopre per quello che è sempre stato: un uomo di potere. Come molti di loro si arrogano il diritto di agire come credono. Alexandre Benalla, il suo responsabile della sicurezza, è stato scoperto da Le Monde e successivamente accusato di violenze durante una manifestazione del Primo Maggio a Place de la Contrescarpe. Insieme a lui è stato sanzionato anche Vincent Crase, poliziotto di riserva come Benalla, che insieme avevano già commesso abusi e insieme hanno fondato una Federazione di sicurezza privata, di fatto una milizia.
Non è solo il fatto che Benalla sia un uomo del Presidente perché, di queste violenze, l’Eliseo e il ministero degli Interni erano al corrente subito dopo il 1° maggio. E nemmeno dopo esser stati scoperti Macron non ha detto una parola fino a quando tutti i media hanno messo sulle prime pagine il caso.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: