Ruanda: la Francia ammette responsabilità nel genocidio dei Tutsi

ruanda
history 1 minuti di lettura

Il Presidente della Francia, Emmanuel Macron, in un discorso a Kigali, ha tenuto un discorso nel quale ha riconosciuto la “responsabilità” di Parigi nel genocidio dei Tutsi (1994) avendo sostenuto il regime Hutu. Ma non ha chiesto scusa.  Allora François Mitterrand era presidente. Le tensioni tra la Francia e il Ruanda sul genocidio dei Tutsi si erano attenuate dopo che la commissione di storici, voluta da Macron, confermò la complicità dello stato transalpino. Paul Kagame, presidente e dittatore ruandese, ha accolto positivamente il discorso di Macron ma questo è anche il frutto della necessità di rompere l’isolamento per il suo regime. Macron ha anche chiesto perdono, “su questo percorso solo chi ha passato la notte può forse perdonarci, darci il dono, quindi, di perdonarci”, Su la Repubblica, David Himbara ex consigliere del presidente Kagame, dissidente e docente a Toronto, dice a proposito del perdono che lui ha “perso sei familiari, mio fratello, mia sorella con i suoi figli, e centinaia di migliaia di connazionali. E lui che fa? Ci dà 100mila vaccini? I ruandesi non hanno chiesto vaccini, ma scuse“.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: