Macron, niente di nuovo sul fronte Occidentale

history 1 minuti di lettura

Macron Presidente in un tripudio di onori. Dai media, anche per la forza narrativa della storia della signora Brigitte Trogneux, alle élite europee, ai mercati finanziari è un inno alla gioia per l’uomo nuovo. L’uomo con idee importanti per il futuro dell’Europa. Ma dubbi seri sorgono se si rilegge la biografia politica di Macron come hanno fatto François Denord & Paul Lagneau-Ymonet mettendo in luce una “traiettoria ordinaria di un tecnocrate” che ha solo bruciato le tappe e usato brillantemente conoscenze importanti dei circoli che contano. Un uomo del sistema per il suo ruolo nella banca Rothschild, passando per il coordinamento, per conto dell’allora futuro presidente Hollande, di alcuni economisti, fino all’entrata all’Eliseo come Vice segretario generale della Presidenza della Repubblica e poi Ministro dell’economia, dell’industria e del digitale nel secondo governo Valls. E che dire poi del suo ruolo nelle leggi che allentano le regole per licenziare, che consentono le aperture la domenica e il lavoro notturno, che velocizzano le privatizzazioni degli aeroporti regionali.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article