Manovra finanziaria pronta. M5S e Lega esultano.

Governo Palazzo Chigi
history 1 minuti di lettura

Dopo un’estenuante partita nella quale, come ai vecchi tempi, s’è giocato marcando a uomo, i due premier, pardon vice-premier hanno potuto esultare per la manovra che volevano. Il ministro dell’Economia, Giovanni Tria non è sfuggito alla morsa.
La manovra potrà contare tra le “entrate” un deficit di bilancio al 2,4% rispetto all’1’6% pensato, richiesto e difeso inutilmente da Tria.
La manovra prevede la Flat Tax al 15% per più di un milione di partite Iva, il reddito di cittadinanza per persone sotto la soglia di povertà e la pensione di cittadinanza (minimo 780 euro) con un controvalore di 10 miliardi di euro, un condono, pardon pace fiscale, possibilità di andare in pensione anticipatamente – attraverso un meccanismo di quota 100 superando la Fornero e fondo a 1,5 miliardi per i «truffati dalle banche».
A Bruxelles si dice che oltre il 2% di deficit la manovra verrebbe bocciata.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: