Maurizio Landini: la resistenza, il Cara e la nutella

manifestazione cgil fiom
history 1 minuti di lettura

Un’infanzia tra l’oratorio e la sezione del Pci, al lavoro a quattordici anni, come saldatore, per aiutare la famiglia, la lunga esperienza come delegato sindacale in fabbrica e segretario FIOM, Maurizio Landini è il nuovo segretario della CGIL. È stato eletto con il 93% circa dei voti dai delegati all’Assemblea di Bari. Dal palco ha chiarito che il sindacato che dirigerà ha un’altra idea di cambiamento e non è quella di questo governo. Si è anche presentato ad un’assemblea Anpi per dire che la resistenza al fascismo continua e che andrà al Cara. Rivolgendosi a Salvini ha detto «Visto che Salvini è stato eletto in Calabria, a me è capitato di visitare la baraccopoli di San Ferdinando. Vivono in condizioni disumane, a livello dello schiavismo. Come si fa ad alzarsi la mattina e mettere la nutella sulle fetta biscottate, dire due cavolate, fare un tweet e non porsi il problema che c’è un sistema fondato sullo sfruttamento?».

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article