Nelle fabbriche produttrici per i grandi marchi le donne crollano

history 1 minuti di lettura

Il nostro abbigliamento sportivo è quasi tutto prodotto all’estero per risparmiare costi e mantenere alti i profitti per le multinazionali dai brand famosi e attraenti grazie anche ai testimonial/idoli del mondo del calcio, tennis, basket…
La Cambogia è uno di questi paesi. Nelle fabbriche che producono per Nike, Puma, Asics e VF Corporation (multinazionale americana che detiene marchi come The North Face, Timberland, Lee, …) centinaia di donne sono crollate per stress e sonnolenza. La causa? Dieci ore di lavoro al giorno per sei giorni alla settimana in ambienti dal caldo eccessivo. A questo aggiungeteci lo stress, in tre di queste fabbriche, dei contratti a breve termine.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: