NY Times: dell’assassinio di Regeni il Governo sapeva

history 1 minuti di lettura

«Gli Stati Uniti vennero in possesso dall’Egitto di prove di intelligence esplosive, prove che dimostravano come Regeni fosse stato rapito, torturato e ucciso da elementi della sicurezza egiziana». E di queste prove venne avvertito il Governo Renzi «su raccomandazione del Dipartimento di Stato e della Casa Bianca». Lo scrive il New York Times, citando fonti dell’amministrazione Obama, in un lungo articolo dedicato alla barbara uccisione di Regeni e ai vari aspetti collegati all’assassinio, non ultimo i depistaggi, di cui sapevano sicuramente esponenti di primissimo piano dell’Egitto.
E come se non bastasse Walsh, il giornalista del NY Times, fa riferimento a scontri all’interno dell’intelligence italiana che «avevano bisogno dell’aiuto dell’Egitto nel contrastare lo Stato islamico, gestire il conflitto in Libia e monitorare il flusso di migranti nel Mediterraneo».

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article