Pandora Papers: potenti e uomini di sport e spettacolo nei paradisi fiscali

paradisi fiscali
history 1 minuti di lettura

Da anni esperti e formidabili giornalisti svelano come e chi, in tutto il mondo, sposta ricchezze e attività nell’oscurità dei paradisi fiscali. Miliardi di euro sottratti alle finanze degli stati, magari dagli stessi leader che ne sono a capo, e quindi sottratti a tutti i cittadini. Eppure non si continua a fare nulla per impedire questi atti criminali e per chiudere i paradisi fiscali.
A cinque anni dai Panama Papers sono arrivate le rivelazioni di Pandora Papers grazie all’International Consortium of Investigative Journalists, una rete di giornalisti e organizzazioni dei media con sede a Washington, DC. Nella lista ci sono 35 leader nazionali in carica o ex, oltre 330 politici e funzionari pubblici appartenenti a 91 paesi. Troviamo il re Abdullah di Giordania, il primo ministro ceco Andrej Babis, Svetlana Krivonogikh che aveva avuto una relazione con Putin, il ministro dell’Economia dell’Olanda, Wopke Hoekstra, il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelens’kyj, Toni Blair, Carlo Ancelotti, l’allenatore del Real Madrid, Shakira, Elton John, Julio Iglesias, Claudia Schiffer.

 

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: