Patrick George Zaki, ricercatore e attivista torturato

history 1 minuti di lettura

La notizia dell’arresto dell’attivista e ricercatore egiziano, studente dell’Università di Bologna, Patrick George Zaki è stata diffusa per prima dall’agenzia Dire Amnesty International e successivamente confermata dall’Egyptian Initiative for Personal rights con la quale collaborava. Le autorità egiziane hanno confermato l’arresto. I legali di Patrick hanno riferito che “è stato picchiato, sottoposto ad elettroshock, minacciato e interrogato su diverse questioni legate al suo lavoro e al suo attivismo“.
La brutalità del regime egiziano contro le opposizione è nota da tempo. Un altro caso Regeni per il quale aspettiamo verità e giustizia? Verità e giustizia per le quali i vari governi italiani non hanno fatto poco.
Continuiamo a fare affari con l’Egitto dove nelle carceri di più di 60mila prigionieri politici anche di primissimo piano. Le autorità di polizia e militari non si fanno scrupoli incluso l’estensione della repressione ai familiari degli attivisti in esilio.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article