Polonia-UE: è sempre più scontro sulla legislazione

Parlamento Europeo plenaria crisi polonia
history 1 minuti di lettura

Si è consumato, all’interno del Parlamento europeo, l’ennesimo scontro tra Polonia e l’UE. Dopo le numerose reprimende all’indirizzo polacco per alcune leggi ritenute da Bruxelles liberticide e lesive dei diritti delle persone, la sentenza della Corte costituzionale polacca che decreta la superiorità delle legislazione nazionale su quella comunitaria sta mettendo in serio pericolo la relazione tra le parti. La presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, oggi ha detto che la “sentenza mette in discussione i fondamenti dell’Unione europea” e ha aggiunto che si passerà attraverso la procedura di infrazione per contestare la sentenza e poi “un’altra opzione è il meccanismo di condizionalità e altri strumenti finanziari“. Il premier della Polonia Mateusz Morawiecki ha replicato con la Polonia ha già combattuto “contro il Terzo Reich” e asserendo che “non è accettabile imporre le proprie decisioni agli altri senza base legale, non è accettabile usare il ricatto finanziario, parlare di sanzioni o usare un linguaggio che va oltre, contro alcuni Paesi membri”.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: