Polonia: vietato l’aborto.

Polonia manifestazioni aborto
history 1 minuti di lettura

Vietando l’aborto continuano i passi indietro in Polonia sul fronte dei diritti civili. Mercoledì è infatti entrata in vigore la norma che vieta l’aborto anche nei casi di malformazione del feto. In virtù di questa modifica normativa, la legislazione polacca in materia di aborto, già tra le più restrittive d’Europa, rende di fatto impossibile l’aborto, permettendolo solo in caso di gravidanze dovute a stupri, incesti o se la donna risulta in pericolo di vita. Immediate le proteste nel Paese, in particolare da parte delle associazioni femministe guidate dal movimento Strajk Kobiet (Sciopero delle donne), che hanno protestato contro la decisione del governo, accusato di aver ristretto le libertà civili e politiche dei cittadini negli ultimi anni. Una situazione grave, che minaccia la libertà e i diritti delle donne in uno Stato europeo. L’Unione Europea non può più restare in silenzio.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: