Portogallo. La crisi sanitaria ha bisogno di un aiuto esterno

Portogallo bandiera
history 1 minuti di lettura

In Portogallo in queste ore la situazione è gravissima. Diversi ospedali non reggono l’arrivo dei malati per Covid-19 con le ambulanze in attesa. Martedì notte, riportano i giornali locali, la rete dell’ossigeno dell’ospedale Fernando Fonseca è crollata. La ministra della Salute sta cercando di redistribuire al meglio la ricettività dei vari ospedali dell’area di Lisbona.
Il premier Costa ha detto di una situazione “terribile” e ha ammesso delle responsabilità soprattutto per aver allentato le misure restrittive per le festività. Devastante anche l’impatto della variante del virus scoperta per la prima volta nel Regno Unito.
Il Portogallo registra circa 700.000 casi e più di 11.000 morti. È il paese che, negli ultimi sette giorni, ha la media più alta al mondo di nuovi casi e decessi per milione di abitanti. La Germania si è resa disponibile ma il Portogallo ha bisogno di medici e infermieri e questo non sembra possibile. Altri paesi europei potrebbero aiutarlo.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article