Quotidianità congelata

lezioni studenti scuola
history 2 minuti di lettura

Ci manca il suono dei treni, e dei giovani
Che ricordano serate tra lezioni assonnate
E le lamentele dei professori, e lo stridore delle amicizie
Quando sfiorano inespertamente il nostro cuore
Assorto
Ci mancano gli amori
Quelli che non sfioriamo più, quelli che non sfioriamo affatto
Quelli che trascuravamo non accorgendoci che a sfiorire siamo noi
Più di tutto

E allora sfioriamo
Improvvisamente
Tra le mura di casa
E tra sempiterne lenzuola
Che levigano le tristezze
Alimentando le angosce
Logorate a loro volta dalle ore distrutte
Asciutte, davanti ad uno schermo
A consolare, evidenziare, la necessaria solitudine

E ancora non ci accorgiamo
Di quanto ci manchi il rumore del vento
Di una giornata banale
Di ritorno da scuola
In quel lungo viale
Perché lo malediremo ancora
Malediremo il bus, e il treno
Sempre in ritardo
Ma giustificheremo ancora i nostri ritardi
I nostri indugi
Con le loro emozioni a metà
Che tanto abbiamo ancora tutto da viverci
E tutto da perderci
In quell’euforica scommessa
Che sempre aneliamo
Ma mai giochiamo

Ma intanto
I miei piedi iniziano a non ricordare più l’asfalto rovente e bagnato
Della via verso casa
Quel posto magico per la sera, e per la notte
Quel posto in cui piangere le noie del giorno
E abbracciare il nulla dei nostri pensieri
Perché una notte senza stelle è scesa sulla mia via
E gli uccelli cantano mentre le ambulanze ridisegnano il mondo
Vorrei ridisegnarlo a modo mio
Ma nemmeno oggi
In questo tempo che mi rende schiava
E in questo luogo terso, immondo
Immobile
Nemmeno oggi
Senza discoteche e senza esami
Sono libera di Essere

Quando passerà tutto
Vorrei sentirmi leggera
Per volare via dal mio senso di peso
E pesante come il Mondo
Per credere che esista un equilibrio
Inclinato, arcano, rivoluzionario
Inspiegabile
Su cui poter poggiare i miei piedi di Uomo
E per una volta pensare
Che tutto questo vissuto
Abbia avuto Senso

Carola Diligenti

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: