La Rappresentante di Lista, Go Go Diva

history 3 minuti di lettura

La forza e la bellezza di questo disco risiede soprattutto nella voce di Veronica Lucchesi e nelle liriche che lo compongono. Non che lo spazio sonoro che ospita testi e canto sia progettato male, ma certamente non possiede la vitalità del canto e la creatività del testo. copertina del disco Go Go Diva dei La Rappresentante di listaUn testo che pone al suo centro la poliedricità del femminile che incarna ed è motore e dell’esistenza umana e quindi è personale e politico. La donna anzi le donne perché il racconto è la pluralità delle osservazioni, dei comportamenti, delle situazioni.
E si entra subito in questo universo, il primo brano di Go Go DivaQuesto corpo con un attacco quasi industrial sovrastato dall’eleganza melodiosa di Veronica che poi deflagra insieme alle percussioni e sintetizzatori per un ritmo che si fa ballabile e inno
Questo corpo che è stato una festa!
pieno di falsi amori, pieno di peli,
verrò con tutto il mio cuore a dirti, cosa credi?
Questo corpo che mi vuole bene
anche se cade non succede niente.
È una promessa che faccio a me stessa:
io mi riprendo quello che mi hai portato via!

Il privato e il pubblico domina la canzone numero sette The Bomba. Meno di due minuti e mezzo di traversata sulla barca acherontea, instabile per una strumentazione elettronica impazzita, un moto diabolico e cori quasi urticanti con Veronica che modula la sua voce per infrangerci su altrettanti diabolici muri e guerre e per frantumare il mito del parto
Il muro, il muro,
Adesso tiro su il muro
Fallo per dimenticare quello che non vuoi guardare.
FALLO PER DIMENTICARE QUELLO CHE NON VUOI GUARDARE.
Spinga, signora, spinga!
La guerra qui non c’è!
Spinga, signora, spinga!
AH AH OH
il figlio, il figlio, adesso ho fatto il figlio x 2
qualcuno mi dovrà perdonare x 2

Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracin fondatori dei La Rappresentante di Lista
Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina. Foto Claudia Pajewski 2018

Wow conclude l’album, un pezzo dolce, lento caldo che di quando in quando si innalza verso il cielo e subisce delle accelerazioni senza però farle perdere la connotazione di un ballata elettro-pop che meriterebbe la prima fila al teatro sanremese. Quello più attento alla bontà del prodotto musicale
Adesso arrenditi,
arrenditi un po’.
Riflettici su di me.
Solo fammi ancora ridere.
Stacci tu nei sogni miei,
già che ci sei.

Go Go Diva è uscito lo scorso dicembre ed è il terzo album dei La Rappresentante di Lista dopo (Per la) Via di Casa e Bu Bu Sad e si confermano ad un standard di livello ed evolvono nella loro ricerca musicale. Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina, lei toscana e lui palermitano ed entrambi attori teatrali e questo non è un dettaglio insignificante, sono i fondatori della band (2011) che con il tempo hanno ampliato il gruppo con Marta Cannuscio, Enrico Lupi, Erika Lucchesi e Roberto Calabrese.

Se il tour dovesse passare dalle vostre parti fateci una capatina. Non credo ve ne pentirete.
Non vi curate di noi e ascoltate.
Ciro Ardiglione

genere: elettro-pop
La Rappresentante di Lista
Go Go Diva
etichetta: Woodworm Label
data di uscita: 14 dicembre 2019
brani: 11
durata: 00:37:21
album: singolo

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article