Recovery Fund: l’ostinazione del premier olandese e il Financial Times

commissione europea europa
history 1 minuti di lettura

Tra i leader dei cosiddetti paesi frugali, termine che andrebbe rivisto perché per frugale si intende “Parco, sobrio, detto di persona moderata e semplice nel mangiare e nel bere” (Treccani), il più ostinatamente contrario al Recovery Fund  è il premier olandese Mark RutteContinua ad opporsi al piano di 750 miliardi elaborato dalla Commissione europea, se ne discuterà il 18 e 19 luglio, e che dato il valore e le modalità di finanziamento (il 75% a fondo perduto), potrebbe aiutare a risollevare non solo le sorti dei paesi più colpiti dalla pandemia ma l’intera Europa. È anche questioni di tempi di attuazione del Piano di ripresa.
Anche il più importante media finanziario, il Financial Times se ne accorto titolando, in maniera diretta ed esplicita, un articolo: «La resistenza di Rutte danneggerà la ripresa europea». Anche perché Bruxelles continuerà a vigilare sui governi affinché rispettino i piani di riforma e di conseguimento degli obiettivi da loro stessi proposti.

canale telegram Segui il canale TELEGRAM

-----------------------------

Newsletter Iscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article