Renzi, un uomo solo al comando

matteo renzi
history 1 minuti di lettura

Come da copione. Un uomo solo al comando. È questo che ha sempre voluto Matteo Renzi. Non riuscendoci dopo i vari stop imposti dagli elettori, anche del suo partito ormai ex, ha deciso di correre da solo. E da politico social, come l’altro Matteo che dice di voler combattere, sceglierà Porta a Porta per confermare agli italiani, dopo averlo annunciato in un’intervista a Repubblica, la scissione dal Partito democratico.
Il governo a pochi giorni dalla sua nascita vede uno dei due pilastri traballare anche se viene garantito il sostegno dei parlamentari che escono dal Pd. Vedremo quanti. Orlando e Franceschini hanno provato a convincere alcuni renziani a rimanere. Se c’è una ragione politica, e non c’è perché resta quella del capo, la spiega Ettore Rosato, il Vicepresidente della Camera dei Deputati quando dice che «c’è uno spazio politico grande, non coperto dal Pd, ormai schiacciato a sinistra e non coperto da un centrodestra ormai a trazione Salvini-Meloni».

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article