Riforma fiscale di classe

economia finanza reddito
history 1 minuti di lettura

Per il 2022 il governo Draghi ha messo a punto la riforma fiscale con l’obiettivo di ridurre la pressione fiscale. Dovremmo avere non più 5 ma 4 aliquote IRPEF passando dalle attuali 23, 27, 38, 41 e 43% alle 23, 25, 35 e 43%. Più esattamente da 0 a 15.000,00 €: 23%; da 15.00,01 a 28.000,00 €: 27%; da 28.000,01 a 55.000,00 €: 38%; da 55.000,01 a 75.000,00 euro: 41%; da 75.00,01 in poi: 43%. Tutto l’arco costituzionale dal PD alla Lega sono soddisfatti della riforma, meno le parti sociali. Fermo restando che per capire la tassazione netta si deve tener conto del sistema delle detrazioni, si tratta di una riforma classista a nostro parere perché ad avvantaggiarsene saranno i percettori di redditi medio alti. Infatti chi guadagnerà 15.000€ non avrà un euro di vantaggio, mentre a 40.000€ il vantaggio sarà di 600€, per 50.000 € sarà di 920€. Perché l’ultimo scaglione è del 43% anche per chi ha un reddito di 500.000 euro o di 1 milione di euro?

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article