Russia 2018. Tango uruguayo

history 1 minuti di lettura

Alla fine il tango lo ha ballato l’Uruguay. La bella e solida nazionale del ct-mito Tabarez accede ai quarti battendo il Portogallo di CR7 in una partita molto combattuta. L’Uruguay finora ha stupito facendo le cose facili. Uno schieramento lineare, forse non troppo dedito allo spettacolo, comunque vincente. 4 difensori in linea, 4 centrocampisti a “rombo”, due grandissimi attaccanti, Suarez e, soprattutto Cavani. Sull’altra sponda del Rio della Plata, l’Argentina piange una eliminazione comunque annunciata. I francesi lanciano nell’Olimpo del calcio il nuovo fenomeno Mbappe, il ragazzo si esalta e per gli uomini di Sampaoli, ma sarebbe meglio dire di Mascherano e Messi, non c’è niente da fare. Troppo sfibrata la nazionale albiceleste, forse anche troppo “vecchia” e in attesa del Godot Messi. Il futuro per gli argentini ha bisogno di ritrovare serenità e giovani campioni.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article