Salvare l’ambiente per sconfiggere le pandemie

Il mare Adriatico nei pressi di Peschici
history 1 minuti di lettura

L’agenda climatica, quella che dovrebbe farci cambiare passo per arrestare il riscaldamento globale e in genere la distruzione sistematica del pianeta sembra essere stata derubricata a questione secondaria. Cieli più tersi, mari più limpidi, aria meno inquinata in questo periodo di stop di molte attività produttive possono ingannare. L’emergenza ambientale era e resta una priorità da affrontare se vogliamo sopravvivere.
Questo non solo perché il pianeta evidentemente continua a surriscaldarsi ma anche perché l’attuale pandemia ci dimostra cosa potrebbe accadere in caso di disastri diffusi per i quali non siamo preparati, per incuria e perché i profitti sono il nostro parametro di vita. E poi perché la diffusione dei virus patogeni è influenzata dalle nostre attività che con lo sfruttamento senza regole e senza limiti distrugge l’equilibrio tra umani e non umani. Un mondo selvaggio con sempre meno spazi disponibili e animali da allevamento concentrati in fattorie ad altamente intensivi che favorisce le epidemie. Basti pensare all’alto numero di contagiati negli USA di lavoratori in questo settore.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: