Se non c’è consenso è stupro: in Danimarca proposta di legge governativa

violenza donne
history 1 minuti di lettura

Se non c’è consenso è stupro. Questo è il senso di una proposta del governo danese per cambiare la legge sulla violenza sessuale in Danimarca. Il ministro della giustizia, Nick Haekkerup ha dichiarato: «Ci stiamo muovendo da un sistema in cui ci doveva essere coercizione e violenza perché fosse stupro, a uno in cui ci deve essere consenso», secondo quanto riporta The Guardian.
La comunità delle donne è ovviamente soddisfatta perché, forse non tutti sanno, c’è del marcio in Danimarca. Infatti gli stupri sono piuttosto frequenti e non venivano denunciati come accade quando le donne hanno poca possibilità che i colpevoli vengano puniti. Nel 2017, secondo uno studio citato da Euronews, i casi di donne che sono state vittima di uno stupro o di un tentato stupro sono stati 24.000 e di questi solo 890 denunciati.
La legge dovrebbe essere approvata entro la fine dell’anno e sarebbe auspicabile che tutti i paesi al mondo la adottassero.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piacuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: