Serie A1 basket: iniziano i playoff dopo l’omaggio a Bulleri

history 3 minuti di lettura

Un’ultima giornata da ricordare per l’addio ai quarantanni di MassimoBulloBulleri, bronzo agli Europei del 2003 e l’argento alle Olimpiadi di Atene 2004, oltre a due titoli italiani, quattro Coppe Italia, una Supercoppa e una Coppa Saporta. Da ricordare anche il bello episodio, a coronamento di un campionato tutto cuore, del Brescia giunta decimata all’ultima della regular season per le assenze di Moss, Michele Vitali e Lee Moore. Malgrado il mancato approdo ai playoff, che avrebbe meritato se solo avesse potuto godere di una stilla di energia e fortuna in più, si è vista osannare dal proprio pubblico grazie anche alle belle parole pronunciate dal suo capitano Luca Vitali a fine gara ed al gran cuore messo in gioco su ogni parquet.
Bel risultato di Betaland Capo D’Orlando grazie al suo basket sempre apprezzato durante tutto il campionato. E se con l’Armani nel primo turno…? Vietato sognare; vietatissimo al meglio di cinque gare. Anche The Flexx Pistoia può gioire insieme al suo coach Esposito che si avvia verso il più alto riconoscimento quale miglior allenatore. Basket interessante il suo, che predilige un uso del vecchio asse play-pivot dove quest’ultimo combatte sotto le plance senza rinunciare alle epiche sportellate di un tempo. Forse per questo la sua pallacanestro ha catturato positive attenzioni; evidentemente si è sempre più stufi della monotonia del pick and roll. Resta lo scontato primo posto dell’Armani Milano chiamata ora a difendere il titolo.

La regular season ha scelto le otto squadre che da venerdì 12 maggio si contenderanno lo scudetto della serie A1 2016-17: EA7 Emporio Armani Milano, Umana Reyer Venezia, Sidigas Avellino, Dolomiti Energia Trentino, Banco di Sardegna Sassari, Grissin Bon Reggio Emilia,The Flexx Pistoia, Betaland Capo d’Orlando. Si gioca al meglio delle 5 partite e dal 16 al 22 giugno si saprà chi avrà vito lo scudetto.
Hanno fallito i playoff: Enel Brindisi e Germani Basket Brescia che chiudono qui la stagione così come: Openjobmetis Varese, Fiat Torino, Pasta Reggia Caserta, MIA-Red October Cantù, Consultinvest Pesaro. Vanoli Cremona era retrocessa dal turno precedente.
Questi gli abbinamenti della prima giornata: Ea7 Emporio Armani Milano– Betaland Capo D’orlando; Dolomiti Energia Trentino – Banco Di Sardegna Sassari; il giorno successivo si scontrano: Umana Venezia – The Flexx Pistoia; Sidigas Avellino– Grissin Bon Reggio Emilia.

In A2 già in presentazione del campionato si era detto che il girone Est avrebbe intrigato come ai vecchi tempi. Così appare con l’approdo ai quarti dei playoff di quattro squadre che hanno animato la serie A1 in epici incontri. Troveremo la sorprendente Roseto guidata dall’esordiente coach Emanuele Di Paolantonio che, evidentemente non pago dell’incarico da primo allenatore, ha voluto misurarsi in simultanea con quello di direttore sportivo, sempre da esordiente. Questo tipo di sfide devono essere evidentemente ricche in contenuti, motivo per il quale, la matricola Roseto ed il suo coach si ritrovano a sfidare le V nere bolognesi in un turno dal sapore antico. Lo stesso sapore che si avrà nelle gare tra Treviso e la Fortitudo, con la seconda storica bolognese guidata da Boniciolli che si presenta alle gare con il suo capitano, Stefano Mancinelli in gran spolvero. Nel girone Ovest nessuna compagine è approdata ai quarti rendendo il percorso per la promozione ancora più incerto anche se Biella e Tortona hanno la eventuale bella in casa. Ai playoff però è davvero difficile fare previsioni malgrado, su cinque gare, le possibilità di sorprese si affievoliscono. Bisognerà quindi attendere che si concludano i turni di gare ben consapevoli che tutte le previsioni, al momento della palla a due, non avranno più validità.
Emidio Maria Di Loreto

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article