Sospeso lo stato di diritto in Ungheria

Ungheria Budapest Palazzo del Parlamento
history 1 minuti di lettura

L’Ungheria è l’esempio più eclatante di quello che succede quando la destra governa. Ecco cosa accade quando con leggerezza si lasciano passare provvedimenti che intaccano pesantemente i diritti. Oggi in Ungheria si è sospeso lo Stato di diritto. La pandemia è solo un pretesto perché Viktor Orbán e il suo partito da tempo anelava a tutto questo.
Orbán assorbe su di sé tutti i poteri e con la possibilità che vengano prolungati sine die. Sospeso il Parlamento e lo può chiudere a sua totale discrezione. Sul coronavirus le notizie saranno solo di fonte governativa e si può essere accusati di notizie false e condannati fino a cinque anni di carcere. Può cancellare leggi in vigore, cambiarle, stabilire se e quando andare a votare. Una dittatura. Il fascismo in Europa era già un virus infetto che circolava, ora ha fatto il suo primo morto. .

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: