The Rambling Wheels, The Thirteen Women Of Ill Repute. Alternative rock dalla Svizzera

The Thirteen Women Of Ill Repute
history 2 minuti di lettura

Tra i musicisti  che piacciono al gruppo troviamo una caleidoscopio di generi e ritmi appartenenti ad epoche diversi e così si va da The Raconteurs, The Who, MGMT, Wolfmother, The White Stripes, White Lies, Oh No Ono, The Kinks, Goldfrapp, Kasabian, Yes. E se si percepiscono chiaramente diverse influenze che conducono ad uno spartito di indie rock dai suoni moderni, in quella lista non compaiono altri artisti che hanno influenzato il disco che uscirà il 27 gennaio. Si tratta di The Thirteen Women Of Ill Repute, il terzo lavoro de The Rambling Wheels. Loro sono Dr. Wheels (chitarra e voce), Mr. Jonfox (basso), Fuzzy O’Bron (percussioni) e Mister i (tastiere) e vengono da Neuchatel, Svizzera.

The Rambling Wheels

Tornando alle sonorità di riferimento in molti punti dell’album si ha la sensazione netta che My Lady abbia come padri putativi gli Arctic Monkeys con variazioni sul tema grazie alle tastiere con qualche graffiatura distorsiva. Ancor di più Running After Time si muove tra quei ritmi tambureggianti e le chitarre a seguire. E’ il pop con accenni quasi dance di altri tempi che caratterizza alcuni passaggi di Dead On Time.
Il singolo che ha lanciato il disco, Marylou è un bell’esempio invece di alt-folk versione Mumford & Sons un piano accattivante così pure le chitarre che guidano melodie, battimani e bel canto. Giving It All The Gold è invece un omaggio al geniale Jack White per l’essenzialità dei colpi del pianoforte e della batteria con la voce di Dr. Wheels che non si tira indietro nel dare il senso di quelle note. La finale Interstellar Riot è un cambio di rotta completo rispetto al resto del disco, perché parte con una chitarra acustica disturbata da elementi elettronici da colonna sonora di un film di fantascienza, per accellerare con tutto l’armamentario strumentale e per poi ritornare allo spartito iniziale passando per un buco nero.
Un disco ben fatto e moderno per il suo concedersi temi e generi diversi, trasporta facilmente all’ascolto ma forse manca un’impronta che esprima un affrancamento totale dai “genitori” come inevitabilemente accade in Interstellar Riot ma su un percorso diverso dai precedenti brani.

Ciro Ardiglione

genere: rock
The Rambling Wheels
The Thirteen Women Of Ill Repute
etichetta: Irascible Distribution
data di pubblicazione: 27 gennaio 2015
durata: 42:39
cd: singolo

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: