Trattato di libero scambio Ue-Giappone: un altro accordo dannoso.

Giappone
history 1 minuti di lettura

Più volte su questa rivista abbiamo spiegato dei danni che avrebbe provocato il Trattato di libero scambio con il Canada  (CETA), anche per il suo essere un possibile cavallo di Troia delle multinazionali americane.
Il ministro Di Maio ha chiaramente detto che «a breve il CETA arriverà in Aula per la ratifica e questa maggioranza lo respingerà e non lo ratificherà». Se così sarà finalmente raggiungeremo un obbiettivo per cui molti hanno combattuto fin dai tempi delle riunioni a porte chiuse con i lobbisti a Bruxelles che ne scrivevano le regole.
Quello che non si capisce è il perché non si intenda bloccare anche il Trattato di libero scambio Ue-Giappone (Jefta) che presenta gli stessi problemi sia perché la legge giapponese non riconosce il principio europeo di precauzione a tutela della salute e dell’ambiente, sia perché si abbasserebbero ulteriormente le tutele per i lavoratori sia perché l’agricoltura si aprirebbe agli OGM. E altro ancora.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article