Tunisia: è crisi totale dopo le decisioni del presidente Saied

tunisia
history 1 minuti di lettura

In Tunisia il presidente della repubblica Kais Saied ha destituito il primo ministro Hichem Mechichi, i ministri della Difesa e della Giustizia e sospeso i lavori del Parlamento per trenta giorni utilizzando come strumento un articolo della Costituzione. Una parte delle forze politiche ed in particolare il partito islamista moderato Ennahda ha parlato esplicitamente di colpo di stato. Dal Parlamento arriva una nota che considera nulle le azioni intraprese da Saied anche qui Costituzione alla mano; il presidente del parlamento Rachid Gannouchi si oppone alla sua destituzione voluta dal presidente. La capitale Tunisi ha registrato manifestazioni festanti e inneggianti alle decisioni prese da Saied, sembrava essere tornati a quelle del 2011 della cosiddetta primavera araba.
La Tunisia ora è nel pieno di una crisi che oltre a quella economico-sociale, aggravata dalla pandemia gestita malissimo, è anche politica e istituzionale.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: