Decreto sicurezza: la privatizzazione della (non) accoglienza

history 1 minuti di lettura

L’abbiamo detto più volte che il decreto sicurezza voluto da Salvini fa acqua da tutte le parti e andrebbe rigettato in blocco. Sulla parte che riguarda i migranti, rifugiati e richiedenti asilo il decreto, oltre ad aver ristretto enormemente le possibilità di accoglienza, sta mettendo nelle mani di privati la gestione, ridimensionando un sistema, quello dello Srar, che funzionava e favorendo Centri di accoglienza straordinaria (Cas). La rivista Valori in un dossier spiega come una delle società che sicuramente si avvantaggerà è il gruppo privato elvetico ORS, controllata dal private equity londinese Equistone Partners e che da anni gestisce centri per migranti in Svizzera, Austria e Germania. E questo mentre il governo austriaco ha deciso di chiudere ai privati riportando sotto il controllo pubblico la gestione dei migranti.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article