Una giornata di ordinaria italianità (perdonate l’azzardo)

Quirinale sede della presidenza della repubblica Italia
history 2 minuti di lettura

Incredibile a dirsi: mi sveglio una mattina e non sento i telegiornali parlare di migranti, sbarchi, invasioni. Un lungo elenco di morti e scandali tutti italiani. Non so bene ma qualcosa vorrà dire….

A volte il caso e il caldo estivo giocano pericolosi scherzi e tutto ti sembra davvero strano.
Per un gioco di orari posso una volta tanto seguire nella sua interezza un telegiornale del mattino.
Non mi capita spesso e, ormai, – lo confesso – sono intristito dal tono generale dell’informazione che si balocca sempre con le stesse notizie e lo stesso corollario di dichiarazioni ripetitive, stantie e irritanti.

Botta e risposta sulla vicenda dei possibili finanziamenti russi alla lega. Quasi dovremo ringraziare perché il dibattito sui rubli ci evita per un giorno quasi intero di sentire il Capitano Salvini parlare di migranti, sbarchi, invasioni e così via.
Certo il dialogo a distanza con Gigino non manca, ma i toni sono dimessi, tanto per far vedere che dicono qualcosa.

Un SUV, guidato da un uomo che ammette di aver assunto cocaina e con un tasso alcolico di quattro volte superiore al lecito, travolge due ragazzini, uccidendone uno sul colpo.

A Pescara, dopo una lite stradale, un uomo di cinquantasei anni muore per strada.

Nel foggiano, l’ennesima donna uccisa da un uomo che dice di amarla.
Il concorso per dirigente scolastico, bloccato dal Tar del Lazio (una specie di entità metafisica) e sbloccato dal Consiglio di Stato, risolverà tutti i problemi italiani nel campo della scuola.

Le prove Invalsi sono già passate perché non fanno tendenza estiva e non entrano nelle orecchie degli italiani tutti presi a mostrare nuovi tatuaggi e riti sempre più affascinanti ed eleganti.

Il dibattito sull’autonomia regionale e la ricaduta sul sistema scolastico sono una materia troppo complessa perché sia approfondita e trattata con calma: basta, quindi, qualche dichiarazione urlata a favore e qualcuna contraria. Di più non si può.

Il mondo della magistratura ci riserva sorprese sempre più tristi e a Palamara è stato bloccato lo stipendio. Il giornalista precisa poi che gli sarà però riconosciuto “un assegno alimentare”. Sono più sereno adesso, pensavo di dover partecipare a una colletta.

Qualche notizia su vicende che latamente riportano alla mafia, alla corruzione, all’assenteismo sul lavoro e così via. Nulla di grave: a quanto pare è tutto sotto controllo, e c’è già un provvedimento pronto per far scomparire i mafiosi, i corrotti e gli assenteisti.

Andiamo avanti poi con qualche altra informazione su meteo e calcio mercato.

Sono sorpreso, confuso, incredulo: non ho visto migranti, invasori, sbarchi, conquistatori.
Abbiamo fatto tutto da soli, e tutto va bene: adesso il paese è sano e non mi resta che dire, con la mano sul cuore: Viva l’Italia e viva gli italiani.
Antonio Fresa

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: