USA: la rivolta continua.

USA proteste Minneapolis rivolta
history 1 minuti di lettura

Sono 33 le città attraversate da proteste pacifiche, scontri, saccheggi e ancora uccisioni. Ci provano a calmare gli animi i parenti di George Floyd, alcuni amministratori e anche alcuni poliziotti che si si sono inginocchiati.
La questione razziale ha impostato molto del funzionamento delle istituzioni americane, dei suoi sistemi sociale, economico, sanitario. E così l’estensione fino alla rivolta è anche figlia della pandemia che ha aggredito di più la gente povera e afroamericana, tra i quali, gli effetti economici e sociali sono di gran lunga maggiori rispetto ai bianchi.
Un Presidente affacciato alla finestra di Twitter che con le sue sentenze non calma gli animi e che spesso lascia spazio a posizioni suprematiste bianche dimenticando, come ha scritto Hannah-Jones, che la nascita e lo sviluppo della potenza USA è figlia della schiavitù e che la sua democrazia, quella che assicura l’uguaglianza dei diritti delle persone, ha potuto diventare tale anche e soprattutto per le lotte e la “resistenza” delle/degli afroamericani.

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article