Venezuela. Gli scontri da Caracas a quelli tra USA e Russia

history 1 minuti di lettura

Dopo qualche settimana in sordina il caso Venezuela è tornato nell’agende delle tv e dei giornali quando Guaidò ha lanciato, senza riuscirci, un golpe per allontanare Maduro dal governo della nazione. In Italia, a livello istituzionale, proviamo a mantenerci lontano dai due contendenti anche se, come in quasi tutto, il Governo si è diviso. La Spagna si è detta contraria ad un colpo di Stato. I rischi che il Venezuela diventi un’altra Libia o peggio Somalia restano alti per la tensione che c’è in Venezuela e per i gravi problemi che ci sono.
Si è comunque allargato e intensificato lo scontro tra USA e Russia. In una telefonata il ministro degli Esteri russo Lavrov al suo pari grado di Washington, Pompeo ha accusato il collega di non aver escluso un’azione militare  “per restaurare la democrazia, anche se preferiremmo una transizione pacifica del potere”, come aveva dichiarato nel momento in cui Guaidò invitava al rovesciamento di Maduro. Dagli USA l’accusa a Mosca e a L’Avana è quella di destabilizzare il Venezuela.
Non ne abbiamo abbastanza di democrazie esportate?

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condivi l'articolo.
Condivi la cultura.
Grazie

Temi relativi all’articolo: