Virgin Radio. Musica in superficie e immagine nella sostanza?

concerti musica
history 3 minuti di lettura

Dal dodici luglio sono iniziate le trasmissioni di Virgin Radio. È il frutto di un accordo tra Virgin Group e Finelco che controlla già 105 e Rmc e nella cui proprietà troviamo anche RCS. «Un progetto internazionale, unico e originale, che andrà ben oltre il lancio di un’emittente. Il progetto intende creare una community di persone unite dalla musica, che saranno invitate a scoprire un mondo nuovo fatto di viaggi sui lussuosi aerei Virgin Atlantic, a vedere i più famosi artisti internazionali nei Virgin Festival, a frequentare palestre di altissimo livello, ad apprezzare i vantaggi di una carta di credito internazionale firmata Virgin e forse – un giorno – a competere per un viaggio nello spazio con Virgin Galactic» [1]. Mi sembra tutto chiaro: la musica è la scala per il paradiso. Un approccio per chi indossa pantaloni a vita bassa e magliette attillate.
La direzione artistica è affidata a Ringo. Le dj inglesi Sofia e Andrea sono le voci dei jingles e Paola Maugeri cura la breve rubrica di storia del rock. Non ci sono al momento speaker o talk show anche se in un’intervista Ringo ha parlato del lancio di un reality rock per radio e di un sexy rock notturno [2]. Certo il sesso è sempre stato un pilastro della fenomenologia rock e i reality sono il marchi di fabbrica dei media.
Fine luglio di un’estate bruciante. È questa la cronaca di una giornata con un orecchio, qualche volta due, teso ad ascoltare l’ultima arrivata nel panorama radiofonico italiano. “Vergin Redio“. Non ho ricevuto la scaletta. È frutto dell’ascolto e della ricerca durante e a posteriori. Ci sarà qualche errore, ma spero renda l’idea. Provate a leggere senza fermarvi troppo e con le intonazioni anglofone…
Headline nius, L’ultima lettera (Le Mani), Thank You (Alanis Morissette), The Animal Instinct (Cranberries),  la nuova radio con uno stile unico,  Break It Out (Vanilla Sky), headline nius il parlamentare Mele con le squillo la cocaina tagliata male emergenza per gli incidenti mortali del fine settimana un cane husky aggredisce bambini un bambino su tre in Irak è denutrito tariffe meno costose per telefonare da e per l’estero, la nuova radio con uno stile unico,  My Chemical Romance (Teenagers), Leaving New York Never Easy (REM), vergin redio, Want To Know What Love Is (Foreigner), Last Request (Paolo Nutini), Read My Mind (Killers),  è arrivata in Italia la nuova radio con la musica che stavate aspettando vergin radio, The Reason (Hoobastank), Smooth (Santana), Vergin redio stail rock, Almost Here (Brian MCfadden & Delta Goodrem), Your Love Is Not Enough (Manic Street Preachers), history of music 1982 di Paola Maugeri i mondiali con le qualificazioni contestate e Gentile che annulla Maradona il risveglio di Rossi, i Rolling Stones a Torino, il successo Duran Duran , oggi il rock è qui, People Help The People (Cherry Ghost), da oggi il rock lo ascolti solo su una radio.  Questa è una boiata e ovviamente lo scrivo io. Ma lo hanno detto anche i suoi creatori quando ti dicono sei parte del mondo Virgin. Un frullatore. Una sequenza ininterrotta di brani ridotti nella durata. Quasi fossero loro stessi uno spot. Intervallati da proclami, enunciazioni di novità e attese, finalmente terminate, per l’avvento del suono rock su FM. Non mancano i testimonial internazionali che giurano amore a Virgin Radio. Senza di loro la comunicazione sarebbe meno efficace anche per gli incassi.
Non vi curate di noi e ascoltate!
Ciro Ardiglione

[1] corriere.it
[2] Intervista di Annamaria Di Luca – gazzetta.it

newsletter mentinfugaIscriviti alla newsletter

-----------------------------

Se sei giunto fin qui vuol dire che l'articolo potrebbe esserti piaciuto.
Usiamo i social in maniera costruttiva.
Condividi l'articolo.
Condividi la cultura.
Grazie

In this article